venerdì 14 luglio 2017

Percorsi tortuosi, non fallimenti.

Io ho un piccolo problema...sono permalosa.
Ebbene sì, odio questo mio aspetto del carattere ma è la dura verità. E' uno di quei difetti che non auguro a nessuno, perchè oltre a farti stare sempre male ti costringe a non osare mai qualcosa che pensi di non fare bene per paura delle critiche. Per lo stesso motivo ancora oggi mal digerisco le frasi di certi parenti e conoscenti che quando mi vedono o sentono per telefono continuano a chiedermi se ho trovato lavoro o se faccio ancora "le mie cose". La mia parte razionale sa che non deve assolutamente dare peso a frasi del genere, dette da persone che non sanno nulla del mio percorso, degli sforzi immensi che faccio quotidianamente per far crescere il mio small business e parliamoci chiaro, dei miei guadagni.


 Il fatto è che per una determinata categoria di persone non aver trovato lavoro nel settore per il quale si ha studiato è una grave sconfitta, un segno di fallimento e mancanza di talento. E dato che sono permalosa finisco anche io per crederci e starci male quando me lo fanno notare in maniera più o meno velata. Però com'è che si dice? Realizzare di avere un difetto è il primo passo per migliorarsi e quindi ho deciso che devo imparare ad essere fiera di me e soprattutto di smetterla di vedere come una sconfitta il cambio di rotta preso durante gli ultimi anni. Sapete che c'è? Che in realtà non è stato tempo perso, che non ho fatto buttare soldi ai miei genitori, che non è vero che se andavo a lavorare dopo il diploma era meglio. La verità è che nella vita serve tutto, da ogni esperienza c'è tanto da imparare, anche da quelle negative, l'importante è aprire gli occhi per vedere gli insegnamenti. Cosa mi è servito laurearmi in scienze naturali per fare l'artigiana? Beh molto semplice, le facoltà scientifiche insegnano principalmente ad affrontare i problemi ed i quesiti in maniera logica, con ragionamenti che esulano dal ripetere a pappardella un paragrafo di libro. Insomma quel che in gergo si chiama problem solving. Avete idea quante volte mi abbia salvato questa mia capacità? Tante, credetemi. Lo studio aiuta ad aprire la mente, ad imparare a vedere le cose da prospettive diverse e a volte per uscire da una situazione difficile basta solo guardarla in un modo diverso, provare per credere. E per tutto il resto? A cosa mi è servito? Beh ad essere la Sara che sono ora, che non è poi così poco. L'essere se stessi in quanto individui e non solo legato al lavoro viene spesso messo in disparte quando in realtà è alla base di tutto. E se è vero che i ricordi e le esperienze belle ci arricchiscono, fanno altrettanto i momenti brutti. Forse questi sono ancora più importanti, anche se ovviamente ne faremmo a meno. Quando qualcuno mi chiede come penso di essere diventata quella che sono, con i miei modi di vivere la vita, di pensare e ragionare mi vengono in mente sempre e solo due cose: la mia infanzia e il periodo nero della mia vita, un motivo ci sarà.

Sara

5 commenti:

  1. Che bello Sara. Capisco benissimo cosa vuoi dire. Brava.

    RispondiElimina
  2. Ciao Sara!
    Il mio nome è Giusi e da qualche tempo "ti ho scoperta" ! A parlarmi di te, fu una tua cara amica (che adesso è mia cognata)un giorno mentre si parlava di creazioni handmade! Io mi diverto con i miei amati uncinetti (ma non è il mio lavoro anche se riesco a vendere qualcosina),e dal momento in cui ho visitato la tua pagina facebook,il tuo sito,il tuo blog e youtube, mi si sta aprendo una visione diversa al riguardo di tutto ciò ( a proposito i tuoi video sono molto utili ed interessanti, quando ne fai degli altri??). Oggi ho letto il tuo ultimo post e sembrava una mia perfetta descrizione! Sono nella tua stessa situazione : laureata in Ingegneria, faccio un lavoro totalmente diverso e spero di guadagnare qualcosina anche con l'handmade ed infine, non meno importante, sono permalosa quanto basta! Ma, sono giunta alle tue stesse identiche conclusioni e cioè che tutto serve e che soprattutto nulla è a caso!
    Purtroppo con l'handmade ( e soprattutto con l'utilizzo di internet per farmi conoscere) sono all'inizio e tutto mi sembra complicato,spero che le cose possano evolversi!!! E' un piacere leggerti, un saluto dalla Sicilia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che troverai la tua strada e qualsiasi essa sia sarà bellissima. In bocca al lupo per tutto!

      Elimina
  3. Bravissima, anche io sono permalosa purtroppo, ma continua il tuo percorso vedrai che riuscirai in tutto!

    RispondiElimina